Napoli – Salisburgo (Capitolo 37), risultato perentorio con due “però”

Nap-Sal-40Napoli – Salisburgo finisce 3 – 0, il risultato è perentorio, la prestazione del Napoli è perentoria. Gli azzurri non temono il pressing alto avversario, e facilmente arrivano al gol con Milik e Fabian. Il primo viene servito in verticale, sulla linea difensiva avversaria, ci regala anche un dribbling. Il secondo riceve palla dopo un cambio di gioco, e batte al volo, elegantemente, e mette il risultato in cassaforte. Il terzo gol arriverà nella seconda frazione di gioco, Onguéné mette dentro la sua porta un cross teso di Rui. Il risultato è perentorio, ma con un” però”, o meglio, due “però”. Il primo “però” riguarda la tenuta. Sebbene gli avversari siano estremamente pericolosi solo in un paio di occasioni, nel finale il Napoli cala vistosamente. Gli avversari impensieriscono la difesa azzurra, che si salva anche grazie a Meret. Il giovane azzurro interviene come un gatto su un tiro rasoterra. Le sue parate decisive confermano ancora una volta la bontà della scelta della dirigenza azzurra. Il secondo “però” concerne contingenze che potrebbero influire sulla gara del ritorno. Non mi vanno giù i due gialli a Koulibaly e Maksimovic. I due azzurri sono forse troppo leggeri nei loro interventi, e salteranno la prossima di Coppa. Il Napoli dovrà giocare senza centrali titolari, sarà il turno di Chiriches e Luperto. Non è sicuramente la miglior notizia, pur sperando in una buona prestazione dei due difensori meno schierati. E se il mister dovesse inventarsi qualche soluzione alternativa?

Ma per fortuna, quello che conta è che il Napoli abbia, comunque, mantenuto la sua porta inviolata, rendendo ancora più importante la vittoria, contro un avversario che ti viene a prendere alto, proponendo un gioco offensivo e pericoloso. Il Napoli supera la prova. Ritorna in campo, quasi subito, contro il Sassuolo, pensa al ritorno di Coppa e al passaggio del turno, noi speriamo in un altro risultato perentorio, ma senza “però”.

Anche su Il Mediano Sport.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in La Partita e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Napoli – Salisburgo (Capitolo 37), risultato perentorio con due “però”

  1. Pingback: Salisburgo – Napoli (Capitolo 39), la psicanalisi di una qualificazione | La mia sul Napoli

  2. Pingback: Salisburgo – Napoli (Capitolo 39), la psicanalisi di una qualificazione | sport.ilmediano.it

  3. Pingback: Empoli – Napoli (Capitolo 42), come se l’avessi vista | La mia sul Napoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...