Napoli – Roma, io, te e il Napoli

Nap-Rom-23aaaa-esul-insigneUn anno di noi, le vittorie, le sconfitte (poche), la felicità, i baci, gli abbracci, una carezza, la lontananza, i ritorni fugaci, la partita e il blocco note, ci sentiamo su Skype, ti vedo in streaming, ne parlo con gli amici e sogno, un bacio fatto di bit, un’esultanza trasmessa in parole. Un anno di noi, una serata, il Napoli, tu, un bacio, un abbraccio, la partita. Manca poco. Il tuo ritardo, io corro e sono nervoso. Quasi a percepire che sarà dura. Il gol che illude, sembra fatta. Ne faremo un sol boccone, Insigne la butta dentro, il San Paolo esulta. Ma poi cambia tutto, l’aiuto della sorte, un pallone deviato, dopo 1’ arriva il pareggio di Under. Poi non si capisce più nulla, partita strana. Il Napoli la guida, ma va sotto, svetta Dzeko, Albiol non la vede, Reina non si muove, non può nulla. La sensazione è che manchino le misure, manca l’amore di sempre, manca l’armonia perfetta, manca la distanza giusta sulla seconda palla. Manca qualche cosa. Una partita senza l’amore che il Napoli sa di poter dare, che ci dà, che mi ha dato in quest’ultimo anno. Dzeko sovrasta, non solo in altezza, che gol, a giro, ancora una volta Reina non può nulla. Il Napoli finisce nel baratro quando Mario Rui, giustamente osannato per le sue recenti prestazioni, impazzisce e cerca un tacco in area, regala un rigore in movimento a Perotti. E’ finita. Almeno per me. Ma il Napoli non molla, continua a macinare gioco, l’amore non si dimentica. Io invece mi sono perso. Io mi arrendo, non sono un romantico, in fondo, ma solo una mente razionale che crede solo alla scienza. Mi arrendo e mi demoralizzo, il mio amore mi accompagna, ma l’altro mi abbandona. Ho tradito, anche se solo per alcuni minuti, quell’amore azzurro che ci illumina. Lo ammetto, avrei abbandonato, invece gli azzurri mi danno una lezione d’amore. E’ vero, l’amore può essere più forte di tutto. Non avranno niente in cambio, perché sull’1-4 è oramai tutto perso, ma lottano, continuano a giocare, e arriva il gol di Mertens, tanto inutile quando significativo. Io non posso che essere distrutto, lo sono ancora, ma per fortuna c’è il tuo conforto.

Il Napoli perde dopo una striscia di 10 vittorie consecutive in campionato, dopo aver visto la Juve vincere, come ha vinto, e all’ultimo secondo. Non sappiamo se questo abbia potuto minare la sua partita, ma fatto sta che la Juve rimane imbattibile. Le statistiche sono, in maniera imbarazzante, in favore del Napoli: 66% di possesso palla, 26 tiri contro gli 11 avversari, e addirittura, 13 nello specchio, contro i soli 5 avversari, 86% di precisione nei passaggi contro il 75% avversario (fonte WhoScored). Si possono perdere anche partite così. Non è il solito Napoli, concede troppo, ma arriva più e più volte alla conclusione. Il migliore in campo è Insigne, che ci prova e ci riprova, trovando un muro in Alisson. Manca il motore perpetuo Allan. Il Napoli perde tre punti d’oro, lo stadio piange, ma capisce, applaude gli azzurri, che hanno dato tutto il proprio amore. Vi amiamo, ci avete insegnato che non dobbiamo mollare, oggi sicuramente. Partite da questo. Un anno di noi, un anno di successi, un anno di amore e qualità, un anno di carezze e geometrie, un anno di baci e gol, un anno di Napoli e di noi. Il Napoli si risveglierà, e ci proverà, anche se lo scudetto sembra essersi allontanato. Noi siamo qui, io, te e il Napoli. Auguri. Forza Napoli Sempre.

Anche su Il Mediano Sport.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in La Partita e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...