Inter – Napoli, come al circo, lo spettacolo, le risate per i clown e la tensione per i trapezisti

Callejon_gol_InterSi è parlato spesso del Napoli di Sarri come di un circo, cioè di uno spettacolo bello e vario, proprio come quello offerto sotto il tendone da clown, trapezisti e domatori di animali. “Venite a vedere il Napoli e vi divertirete. Godetevi i nostri saltimbanchi, acrobati, giocolieri e ammaestratori di palloni!”, questo griderebbe il presentatore del circo, è quello che questo Napoli offre, è ciò che il Napoli ha mostrato a Milano con l’Inter. Il Napoli fa il suo solito gioco, possesso, intesa, ingranaggi che ruotano all’unisono, insomma uno spettacolo. L’Inter si difende, lascia come deve il pallino agli avversari, e tenta di ripartire, tenta il lancio lungo, il cambio di campo, prova a pungere dai calci da fermo. I nerazzurri si presentano anche dalle parti di Reina, creando qualche grattacapo. Ma è il Napoli che guida l’incontro. E nonostante la bilancia penda dal lato degli azzurri, sembra che l’incontro possa non sbloccarsi mai. E invece il Napoli e i suoi tifosi ringraziano Nagatomo, che decide di dar scena ad uno spettacolo da clown. Immaginate un clown che scivola su una banana, e quindi le risate del pubblico. Il Napoli circense è quello dell’atto ripetitivo, ripetuto alla nausea e sempre nelle stesse forme. Uno spartito imparato a memoria ed eseguito continuamente. Lo spartito è sempre identico quando ha la palla Insigne e decide di crossare in diagonale per servire sul lato debole il compagno, quasi sempre il puntuale Callejon. Questa volta il difensore, Nagatomo, è piazzato bene, ma decide di contribuire al circo, sbaglia il controllo, e Callejon è lì pronto per battere a rete. Il Napoli spreca, ma le circostanze lo aiutano a sbloccare la partita.

Nel secondo tempo l’Inter cercherà di farsi avanti, ma il Napoli avrà altre occasioni per raddoppiare. Non chiude l’incontro, e la tensione si alza, il terrore per un cross calciato in area ed incornato, un tiro deviato, una dormita in difesa sono timori vivi. Immaginate di essere al circo mentre un trapezista esegue il suo numero, senza reti di protezione. Ci siete, la tensione è stata la stessa. Il Napoli si difende, riparte in contropiede, sbaglia, lascia i tifosi col fiato sospeso, ma resiste, porta a casa i 3 punti, agguanta la Roma, o quasi, è a 1 punto dai giallorossi. Questo Napoli è felicità per gli occhi, lo spettacolo ha un suo canovaccio preciso, e saltimbanchi, acrobati, giocolieri e ammaestratori di palloni si esibiscono sotto il tendone del Napoli circense. Insigne giochicchia con gli avversari, dribbla e fa sparire i palloni, Mertens ammaestra palloni come un domatore di leoni. E che dire di Reina? Non viene praticamente mai impegnato seriamente, ma vuole far parte del circo e con due uscite dimostra di non essere da meno come giocoliere (vedete questo video per sapere di cosa parlo, su Twitter o su Facebook).

Dopo questa vittoria, il Napoli supera il suo record di vittorie esterne, sono 11, e anche il record di punti in trasferta di Benitez, arriva a 37. C’è ancora tempo per superare altri record, e anche per agguantare una Roma che inciampa con la Lazio.  I tifosi sono finalmente rilassati e si rallegrano per la vittoria, mentre una voce ripete: “Venite a vedere il Napoli e vi divertirete. Godetevi i nostri saltimbanchi, acrobati, giocolieri e ammaestratori di palloni!”

Anche su Il Mediano Sport.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in La Partita e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...