Le mie regole per il calciomercato: “piccoli numeri”, San Tommaso, Fellaini, il “presidente chiacchierone”, …

Calciomercato: trattative dell'ultimo giorno dall'AtaHotel Executive di MilanoIo odio il calciomercato, ed in particolar modo odio le notizie di calciomercato, è tutto troppo volatile, le notizie servono per riempire gli spazi vuoti, è una “scienza” stocastica (sono ironico nell’uso della parola scienza, non mi vogliate male, e non mi vogliano male i colleghi per l’uso improprio), probabilistica come la meccanica quantistica quando ti predice la probabilità che due particelle interagiscano, probabilistica quanto il principio di Heisenberg, o la felice o devastante fine del gatto di Schrödinger (che non è Michu), casuale come le previsioni del tempo, soggette alla descrizione intrinsecamente statistica e probabilistica delle condizioni atmosferiche. Perdonate i paragoni che per molti possono sembrare fuori luogo, ma volevo, come si dice da queste parti, “spararmi le pose”. Ma messa da parte l’ironia, nelle notizie di calciomercato di verità ce ne è spesso poca, e pochi sono gli esperti di mercato che fanno il loro lavoro sfruttando fonti attendibili e di prima mano, molte sono solo suggestioni o idee di quello o di quell’altro giornalista.

Quindi, di seguito le mie regole per la lettura delle notizie di calciomercato e sul calciomercato in genere.

Regola Zero. Se potete, disinteressatevi delle notizie di calciomercato, vivrete una vita più serena, ma se proprio non ce la fate, proseguite con le altre regole.

Regola del “buon senso”. Usate il buon senso, valutate i parametri della società, e potrete eliminare tutta una serie di giocatori fuori dai parametri economici! Il buon senso può aiutarvi anche nella vita di tutti i giorni.

Regola dei “piccoli numeri”. I giornali ne sparano tante. Per mere questioni statistiche, solo una piccola manciata di questi nomi effettivamente si tramuterà in reali acquisti. Da un lato ci sono le trattative che non sono andate a buon fine, ma molti dei nomi sono semplici rumors, idee campate in aria, suggestioni.  Più del 90% delle notizie non si realizzeranno, e una buona parte di tali notizie sono solo invenzioni.

Regola di “San Tommaso”. Aspettate la firma del giocatore, è l’unica verità, il resto è una collezione di parole per vendere giornali e attirare click!

Regola di Fellaini. Non fidarsi mai dei DJ che vedono genti in aeroporto. Ricordate il DJ Carlo Grieco, che sosteneva di aver visto Bigon parlare con il procuratore di Fellaini? Voi lo avete visto da queste parti Fellaini? E quanto credete sia probabile che Fellaini potesse arrivare a Capodichino?

Regola di Kramer. Non fidatevi se leggete che il Napoli è in cerca di un giocatore che notoriamente gioca da mediano in un centrocampo a 2, se il Napoli gioca a 3 e cerca una mezzala, tipo di giocatore diverso da un mediano. E’ la storia di Kramer, nome uscito fuori con Benitez, e riproposto l’anno scorso con Sarri. Estendete questa regola agli altri ruoli.

Regola del “cavallo di ritorno”. Lavezzi e Cavani non ritorneranno mai! Rassegnatevi. Non credo che de Laurentiis gradisca questo tipo di affari, i 2 erano/sono fuori dai parametri societari, non credo si siano mai avviate trattative per il ritorno di 2 giocatori che con i loro addii hanno procurato al Napoli circa 90 milioni, ma che hanno creato polemiche nel tifo per le modalità delle loro partenze.

Regola del “moto da luogo”. Se leggete che un giocatore si sta avvicinando, non significa che sta al casello di Napoli Nord. Sono le solite frasi ad effetto per titolare gli articoli.

Regola del “colpo”. Quando i giornali scrivono “colpo” anche quando stanno parlando di un giocatore anonimo o di normali capacità tecniche, passateci su, non badateci tanto, è solo un “colpo” alla mia sopportazione. E la regola vale anche per tutte quelle espressioni sensazionalistiche utilizzate nei titoli, come “clamoroso”, “quasi fatta per”, “siamo ai dettagli”, “il giocatore vuole il Napoli”, ecc. ecc.

Regola di Chavez. Se il Napoli compra uno sconosciuto, che ha lo stesso procuratore di Lavezzi, probabilmente c’è qualche cosa che non va. La storia di Chavez a Napoli rimane ancora oscura.

Regola del “biondo riccioluto”. Non tutti gli argentini escono bene come Lavezzi o Higuain, delle volte ti capita Fideleff.

Regola del “giro di campo”. Non è detto che, se un nuovo acquisto viene presentato in pompa magna, e addirittura fa il giro del campo con il presidente (Datolo), sia il nuovo Maradona. Ma non arrabbiatevi, sono altri i motivi della vita per mandare a quel paese qualcuno.

Regola di Soriano. Ci sono misteri del calciomercato che non ci verranno mai svelati. In particolar modo, la storia di Soriano ha del fantascientifico, con evidenti colpe di giocatore e società. Un corollario a questa regola è: se scrivete, non scrivete articoli se non dopo la firma, potreste trovarvi con un articolo scritto, che rimane per tutta la vita in bozza.

Regola di Michu. Delle volte si fanno delle scommesse, e le perdi, è quanto successo con Michu, buone stagioni allo Swansea, ma l’infortunio lo tramuta in un gatto spelacchiato.

Regola di David Lopez. Non insultate mai un azzurro appena arrivato, non ci fate una bella figura.

E termino con una regola che vale ogni volta  vi interfacciate con De Laurentiis.

Regola del “Presidente chiacchierone”. Lasciate perdere la vostra antipatia per il presidente, analizzate i fatti guardando al campo, e non badate troppo a quello che dice de Laurentiis. Qualche volta, anzi spesso, la spara grossa, fa a gara con la sua precedente intervista per dirla più grossa, e in materia di acquisti non si nasconde mai, spesso facendo inferocire i tifosi. Rilassatevi e prendetelo con le molle, giudicatelo per quanto ha fatto in questi anni, e lasciate a casa le vostre antipatie personali.

Anche su Il Mediano Sport.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Curiosità, I giocatori e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...