Precisazioni sul grafico nel post “Storia econo-calcistica della SSC Napoli”

Precisazioni scritte qualche tempo fa, che servono a spiegare meglio un post pubblicato qualche tempo fa.

La parte principale del grafico presentato nel post Storia econo-calcistica della SSC Napoli è un plot delle varie voci del bilancio (in milioni di euro) in funzione dell’anno della SSC Napoli. L’anno corrisponde al bilancio di fine stagione (che viene fatto il 30 giugno dell’anno in questione, cioè a fine stagione).

In particolare i trend per Produzione e Costi vengono mostrati come linee nera e rossa, rispettivamente. La linea grigia corrisponde ad una delle sottovoci dei Costi, e cioè gli Stipendi. L’Utile è la differenza tra Produzione e Costi, e ci dice quanti soldi (relativi a ricavi e spese di quella stazione) rimangono a fine stagione nelle casse della società. Ho aggiunto le liste degli sponsor che si sono suggeguiti, i mister e i risultati sportivi (che quasi sembrano di secondo piano, ma sono la prova sul campo di quello che si è fatto dietro le scrivanie).

Come si vede, tranne le prime stagioni, il Napoli ha finito sempre con degli utili, e tutte le voci, compresi gli stipendi sono andati sempre crescendo. Se guadagni di più, ovviamente, puoi spendere di più. E’ un gioco semplice che conosciamo bene, quando paghiamo le bollette o quando andiamo a fare la spesa, ma spesso i tifosi credono che i soldi crescano sugli alberi.

La SSC Napoli fa parte del gruppo Filmauro assieme ad altre 6 società. Nel fatturato totale del gruppo i proventi dal calcio sono circa l’80%, mentre le produzioni cinematografiche pesano per circa il 15%. In questo si è avuta un’evoluzione negli ultimi anni che ha visto prendere sempre più potere la SSC Napoli nel gruppo, diventando la principale attività di De Laurentiis. E cosa importante non ci sono tracce di scambi di risorse all’interno delle società del gruppo. Quindi, per dirla in maniera semplice, la società di De Laurentiis che fa girare più soldi è la SSC Napoli, le altre hanno fatturati minori e quindi capiamo facilmente che non ha le disponibilità economiche per poter versare nelle casse del Napoli soldi propri (come fanno o hanno fatto altre dirigenze con potenze economiche alle spalle, e.g., Fiat, Mediaset, Pirelli). Un utile e dettagliato articolo sulla questione è Ssc Napoli e Gruppo Filmauro: il calcio vale l’82% del fatturato, ma gli utili restano al club.

I principali acquisti e le principali cessioni danno un’ulteriore idea di come si è mosso il Napoli, delle grosse plusvalenze che hanno contribuito al bilancio e, soprattutto, al notevole, ultimo mercato. Aspettiamo il prossimo bilancio, che ci si aspetta essere ancora in positivo.

L’utile complessivo raccolto in questi anni si assesta intorno ai 35 milioni di €, il famoso tesoretto di cui spesso si è parlato (anche se nell’articolo Ssc Napoli e Gruppo Filmauro: il calcio vale l’82% del fatturato, ma gli utili restano al club ci sono cifre diverse che non trovano riscontro con le cifre che presi dai bilanci).

Volevo però spiegare meglio quello che è successo nell’ultimo mercato (estivo+gennaio). Il Napoli ha speso 100.7 milioni per giocatori e ne ha guadagnati 71.2 da cessioni (soprattutto da quella di Cavani). Il netto è negativo (si è speso sul mercato più di quanto si è guadagnato dalle cessioni), ma in termini di bilancio non è così, il netto cessioni-acquisti al prossimo bilancio sarà positivo. Infatti, il Napoli, per politica societaria, fa pesare solo il 40% della somma spesa per gli acquisti sul bilancio della stagione corrente, e il resto sui prossimi bilanci (si parla di ammortamento). Questo significa che il netto al prossimo bilancio di acquisti-cessioni è positivo e di 30 milioni, che andranno ovviamente inseriti nel computo totale del prossimo bilancio.

A occhio il Napoli dovrebbe avere una cifra intorno ai 30 milioni di € (o più) oltre al tesoretto maturato in questi anni. Come il giornalista Umberto Chiariello ha fatto notare al Napoli sarebbe convenuto spendere una parte di questi soldi già nello scorso mercato di riparazione o in quello estivo. Questo perché, nella voce Costi rientrano anche le tasse sugli utili (comprese nella voce Costi nel mio grafico), cioè se gli utili corrispondono ad una cifra x, a questa cifra vanno tolte le tasse (intorno al 50%). Quindi al Napoli converrebbe spendere per cartellini una parte di questi soldi, per pagare meno milioni di tasse (perché gli utili sono minori). Per evitare di pagare così tanti milioni di tasse, potrebbe effettuare dei pre-contratti entro il prossimo bilancio, per poter far pesare le cifre spese sul prossimo bilancio relativo alla stagione corrente.

Storia economica e sportiva della SSC Napoli

Storia economica e sportiva della SSC Napoli

Questa voce è stata pubblicata in Economia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Precisazioni sul grafico nel post “Storia econo-calcistica della SSC Napoli”

  1. Pingback: [LINK] Napoli vs Juventus: fatturato e stipendi | La mia sul Napoli

  2. Pingback: La mia sulla stagione. Non poteva mancare | La mia sul Napoli

  3. Pingback: [OFF-TOPIC]…e poi c’è l’indebitamento del “virtuoso” Atletico Madrid | La mia sul Napoli

  4. Pingback: Perché il Napoli preferisce investire di più per i cartellini e meno per gli stipendi? | La mia sul Napoli

  5. Pingback: 10 anni. Io li ricordo così, con gli uomini che ci hanno fatto grandi. | La mia sul Napoli

  6. Pingback: 10 anni. Io li ricordo così, con gli uomini che ci hanno reso grandi. | La mia sul Napoli

  7. Pingback: 10 anni. Io li ricordo così, con gli uomini che ci hanno resi grandi. | La mia sul Napoli

  8. Pingback: L’impatto della Champions sul bilancio del Napoli. Un breve commento. | La mia sul Napoli

  9. Pingback: Il punto sulle casse del Napoli! | La mia sul Napoli

  10. Pingback: Il mio commento sull’articolo “I dieci impedimenti: ecco perchè al Napoli non ‘converrebbe’ vincere” | La mia sul Napoli

  11. Pingback: Addendum a “Il punto sulle casse del Napoli!” | La mia sul Napoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...