[OFF-TOPIC] Occhio, mano, piede e lateralità nel calcio (e nel tennis)

Permettetemi un post fuori contesto Napoli. Ne aveva parlato Adriano Bacconi a “Il Bello del Calcio” (la trasmissione sportiva sul Napoli che va in onda su Canale 21), la cosa mi è tornata alla mente negli ultimi giorni mentre riflettevo sulle mie scarse capacità visive (sono impermetrope) e il fatto di essere destro di mano e mancino di piede.

Non sono un esperto della materia, anzi non ne so nulla, ma Internet è una fonte sterminata di informazioni, e ho potuto documentarmi (per maggiori informazioni leggere 1, 2, 3). Non ho trovato tanto su wikipedia, soltanto queste pagine in inglese (LateralityHandedness, Footedness, Ambidexterity, Cross-dominance).

Negli uomini, diversamente dagli altri animali, si determina una preferenza laterale, che riguarda principalmente l’utilizzo di occhi, mani, braccia, piedi, gambe, ecc. Sebbene la bilateralità (acquisita dai pianisti, capaci di usare entrambe le mani perfettamente) potrebbe rappresentare un enorme vantaggio anche per lo sport, quasi sempre ci troviamo di fronte ad una unilateralità, ed è importante analizzare se la parte dominante rispetto all’uso di occhio, mano, piede, ecc. sia unilaterale destra, sinistra, o addirittura mista (cioè se facciamo tutto con il lato destro o sinistro o se addirittura abbiamo, ad esempio, la mano destra dominante e di contro il piede sinistro dominante). Ad esempio, si parla di dominanza (o coordinazione) “occhio-mano unilaterale” per le persone destrimane (o mancine) con occhio dominante destro (sinistro), utile negli sport con racchetta (secondo la mia referenza principale 1, ma vederemo inseguito che questo non è del tutto vero). Mentre si parla di dominanza “occhio-mano incrociata” se la dominanza è invertita (ad esempio mano destra dominante e occhio sinistro dominante), utile, ad esempio, per ginnasti, corridori e giocatori di Basket. Citando l’articolo 1 di cui sopra “le persone con la dominanza mano-occhio incrociata hanno il baricentro più vicino alla linea mediana del corpo, e questo conferisce loro un migliore equilibrio e quindi una migliore prestazione negli sport in cui è fondamentale mantenere un buon equilibrio e una buona centralità del corpo.

E’ semplice individuare la mano dominante (quella con la quale scrivi, mangi, ecc), o il piede dominante (quello col quale calci), con l’occhio è un po’ più difficile, qui trovate un test per determinarlo.

Essere mancino nel calcio, o in altri sport, è chiaramente un vantaggio, perché l’avversario, comunemente destro, si aspetterebbe un atteggiamento tipico di un destro. Avevo parlato dell’argomento per quanto riguarda il terzino sinistro in un post precedente  (Il terzino sinistro….quanto ci ha fatto soffrire). Sempre per quanto riguarda gli esterni nel gioco del calcio, l’occhio dominante è importante nella scelta della tua fascia di competenza. Ad esempio un’ala mancina, in base al suo occhio dominante potrebbe preferire la fascia sinistra o destra, in base alla sua capacità visiva verso il centro del campo (non ho trovato alcuna referenza). Ecco, quindi, come la dominanza unilaterale e quella incrociata possano rappresentare un punto di forza in alcuni sport, accentuando le capacità tattico-tecniche degli atleti, e in altri un handicap.

Come accennavo all’inizio del post, mi sono interessato alla materia per capire le mie dominanze invertite nell’uso di occhio, mano e piede, e come influenzino le mie performance sportive. Ci vorrebbe un esperto, perché da quello che ho scritto le conclusioni non sono facili, ma ci provo. Durante la mia esperienza (amatoriale e sostanzialmente ludica) mi sono sempre espresso decentemente nelle pratiche sportive, soprattutto nel calcio. Ho un discreto equilibrio, soprattutto in corsa e con il pallone al piede, o anche su un bus in corsa, e forse la mia dominanza occhio-mano incorciata (ho occhio sinistro e mano destra dominanti) contribuisce a fornirmi un baricentro più centrale nel corpo, quindi più equilibrio e una certa rapidità. Ho una buona tecnica di base, sono mancino di piede e probabilmente l’occhio dominante sinistro, più vicino al piede che uso maggiormente, mi aiuta ad avere un controllo migliore.

Una piccola parentesi sul tennis, che mi accingerò a praticare presto con un amico. Roger Federer è un destrorso incrociato (mano destra/occhio sinistro), e Nadal è un mancino incrociato (mano sinistra/occhio destro), mentre Djokovic e Murray sono destrorsi omogenei (mano destra/occhio destro). A questi alti livelli (dove le capacità sono ai massimi livelli) tutti i migliori diritti del circuito risultano essere di coordinazione oculo manuale incrociata, mentre tutti i migliori rovesci di coordinazione oculo manuale omogenea. Federer e Nadal infatti giocano meglio di diritto e Djokovic e Murray di rovescio. Vedremo quindi se potremo riscontrare queste tendenze atletiche anche nelle mie primissime performance tennistiche. Keep in touch!

Si accettano, ovviamente, commenti da persone più esperte!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Curiosità, I giocatori, OFF TOPIC e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a [OFF-TOPIC] Occhio, mano, piede e lateralità nel calcio (e nel tennis)

  1. Jimmy ha detto:

    I’ll right away grab your rss as I can’t find
    your email subscription hyperlink or e-newsletter service.
    Do you’ve any? Please permit me understand so that I
    could subscribe. Thanks. http://www.yahoo.net

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...